Il primo (fortunato) capitolo diretto da Andy Muschietti del 2017 si era chiuso con una promessa. I membri del Club dei Perdenti si erano marchiati con il sangue e se Pennywise sarebbe tornato nessuno di loro avrebbe esitato a rimettere piede a Derry.  Ed ecco che dopo 27 anni Mike, l'unico rimasto nella cittadina del Maine, non ci mette tanto a capire che It è tornato a seguito di un evento che ha scosso la cittadina. Durante una notte buia e tempestosa chiama i suoi amici uno ad uno per riunire il Club e sconfiggere (chissà, stavolta per davvero) il Clown degli orrori Pennywise.

IT - Capitolo 2 è un film serio e importante. Nonostante il gran numero di jump scare che tengono lo spettatore elettrizzato dal primo all'ultimo frame, questo capitolo, tratto dal monumentale romanzo di Stephen King, risulta scorrevole, audace e perfettamente riuscito. Stavolta è un vero horror a tutti gli effetto. Se nel primo film Muschietti aveva preso la piega del teen movie, stavolta It convince tantissimo. Contro ogni delle aspettativa il Clown compare poco, lasciando spazio ai personaggi ormai adulti e senza rinunciare ad una degna spettacolarizzazione. Il regista, avvalendosi della collaborazione dell'ormai noto sceneggiatore Gary Dauberman, gira un lungometraggio (molto ma molto lungo, due ore e quarantanove), incentrando la narrazione verso le vicende personali dei personaggi. 


La scelta delle versioni e dei volti adulti sono impeccabili. Spuntano tra tutti Richie Tozier di Bill Hader (con un cambio più che sorprendente) e l'Eddie Kaspbrak di James Ransone. Il carismatico James McAvoy è entrato perfettamente nel ruolo interpretando Bill. L'unico essere femminile nel Club dei Perdenti è Beverly Marsh che veste i panni di una graziosissima Jessica Chastain, nonché protagonista di una delle sequenze più sanguinose del film, con ovvi riferimenti a Shining. Citiamo questa pellicola non a caso; infatti, secondo la stampa americana, dopo la proiezione in anteprima mondiale a Los Angeles, la stampa ha dichiarato che IT - Capitolo 2 mette in scena la sequenza più sanguinosa della storia del cinema. Questo, a deciderlo, spetta comunque al pubblico.

Con IT - Capitolo 2 si chiude una mini-saga iniziata due anni fa, in cui il primo capitolo aveva un po' deluso,  soprattutto verso il finale. Stavolta, invece, IT 2 è un film completo, ricco di contenuti e dinamico. L'efficacia della storia è firmata da Stephen King che non solo racconta una delle vicende più horror di sempre, ma tocca i lettori (e ora gli spettatori) nel profondo. Per l'amore del pubblico, Netflix avrebbe potuto pensare ad una serialità. Per concludere, Andy Muschietti, mettendo in mostra le paure più recondite dell'essere umano, ha segnato un capitolo di svolta per il cinema di genere e non solo. 

Il film sarà nelle sale dal 5 settembre distribuito da Warner Bros. Pictures.

VOTO: ★★★★☆